Impressioni di Silvia: Università di Bari 23/05/06

Questa mattina, presso la Facoltà di Economia si è
tenuto l’ultimo incontro organizzato dall’EBBF” sul tema “Comunicazione,
responsabilità, consapevolezza”.
Mi sono intrufolata tra gli studenti – tanti e tutti attenti e coinvolti –
ed ho potuto seguire la relazione tenuta da Enrico, collaboratore di Beppe,
che lavora in una grande agenzia pubblicitaria.
Enrico – sue parole – ha dichiarato di essersi innamorato nel momento in cui
ha conosciuto l’EBBF e quindi il poter collaborare, parlare con gli studenti
lo riempie di gioia.
La lezione è stata molto interessante, anche perché arricchita da spots
pubblicitari  a volte  divertenti dei quali Enrico ha spiegato i criteri
adottati per la costruzione degli stessi.
Criteri molto sottili e sofisticati basati sullo studio dell’esigenza dei
clienti di vendere di più il loro prodotto e lo studio della percezione che
ognuno di noi ha di qualcosa.
Percezione  che risiede nel nostro emisfero destro (la parte femminile del
nostro cervello) quella parte legata alla creatività, emozioni, sensazioni.
“La realtà non è ciò che realmente esiste, ma ciò che si percepisce”.
Si comprende bene, quindi, quanto il potere della pubblicità sia enorme,
capace di pilotare scelte, culture, creare condizionamenti e via dicendo.
Alla luce dei precedenti seminari – dove Beppe ha parlato agli studenti del
“Nuovo Ordine Mondiale” si inserisce, quindi, perfettamente il discorso
della pubblicità, che dovrà, in un futuro prossimo, avere il compito non più
di far consumare di più, ma di far consumare meglio.
Questo per un consumo che possa salvaguardare anche l’ambiente evitando
sprechi e per una migliore distribuzione dei beni.
Un messaggio forte per i ragazzi che sono chiamati a diventare più
consapevoli, e quindi più responsabili, attraverso una comunicazione più
autentica.
Niente male come progetto e dall’attenzione dimostrata dai ragazzi, credo
proprio che un bel po’ di semini sono stati piantati all’Università di Bari.
Grazie Beppe, Grazie Enrico. Alla prossima.
Un abbraccio da Silvia

Tagged on: ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *