Master IFOA a Reggio Emilia

Il giorno 10 Maggio 2006, si e’ svolta la quarta giornata di partecipazione come docente di EBBF, al Master IFOA ( Istituto di formazione nazionale ) a Reggio Emilia, master per specializzazione di post laureati in “Gestione etica delle risorse umane” – corso che prepara alla direzione di uffici di gestione delle risorse umane o personnel manager.
EBBF ha da due anni in corso questa partecipazione e si interessa dell’area etica della gestione del personale nelle aziende.
Ovviamente il corso EBBF, di cui e’ coordinatore l’Ing Giuseppe Robiati, e’ basato sui principi enunciati da Baha’u’llah.
A questo Master collaborano diversi membri EBBF e la giornata del 10 ha visto il segretario EBBF internazionale Daniel Truran che, insieme con Robiati, ha intrattenuto gli studenti tutta la giornata.
Gli argomenti trattati sono stati l’etica definita come derivata della giustizia, qualita’ spirituale, la spiritualita’ come forte elemento nella gestione delle persone, che considerate anime, hanno necessita’ di ampliare la visione della vita nei grandi campi intangibili dell’essere. Sono state effettuate lezioni interattive con gli studenti creando una larga comprensione che essendo l’essere umano un essere essenzialmente spirituale, tutta questa parte intangibile della persona va scoperta, nutrita e utilizzata nel campo del lavoro.
Daniel ha patecipato con esperienze personali ed ha fatto intravedere a livello nazionale e internazionale il trend in crescita di questa visione.
Troverete le immagini del Convegno, a questo link: http://www.bepperobiati.it/foto.htm
A questa breve relazione potranno gli studenti fare loro commenti e postare sul blog i loro pensieri e i loro sentimenti.
Beppe Robiati

Tagged on:

5 thoughts on “Master IFOA a Reggio Emilia

  1. Leonardo De Luca

    Salve a tutti,
    scrivo per lasciare un commento alla lezione tenuta dall’ Ing. Robiati presso l’ IFOA di Reggio Emilia il 10 maggio avente per tema la FINANZA ETICA.
    A mio parere è stata una delle lezioni più interessanti tra quelle tenute dall’ Ing. Robiati a noi studenti del master in Sviluppo e Gestione Etica delle Risorse Umane in quanto ha lascito dentro di me un concetto fondamentale: “IL MONDO E’ UNA CASA COMUNE E PER QUESTO SERVONO LEGGI COMUNI”. A pensarci bene, sembrerebbe un’affermazione semplice e comune (in un mondo dove ogni giornO i media parlano di globalizzazione) ma in realtà non è così in quanto non vi è cosa più difficile che mettere in pratica questo principio. Basti pensare solamente all’atTività svolta da una qualsiasi multinazionale per farci capire come ci si trovi di fronte ad un lotta impari (un sorta di Davide contro Golia dei giorni nostri) tra chi vuole far rispettare questo principio e chi invece agisce nel più totale disinteresse verso quelle che sono le esistenze delle altre persone.
    In quella giornata abbiamo parlato poi di spiritualità e a riguardo di ciò è stata molto importante l’esperienza di vita raccontataci dal dott. Daniel Truran che personalmente mi ha fatto capire come il lavorare presso aziende per le quali non esiste nessun principio etico possa portare alla lunga un vero e prorpio malessere interiore in coloro che hanno dei valori nella propria vita.
    Pertanto credo che, al giorno d’oggi, sia dvvaro importante parlare di etica nel mondo della finanza in quanto sebbene fare dei grandi cambiamenti verso una maggiore responsabilità sociale da parte di tutti è un qualcosa di molto difficile, tuttavia il solo trasmettere e comunicare questi concetti è un’opera di impegno importantissimo per iniziare a sensibilizzare la gente verso questioni che di qui a breve diverranno di vitale importanza per noi tutti.
    Un saluto caloroso.
    Leonardo De Luca

  2. antonella

    Ciao, sono Antonella e come Leo e Rosangela partecipo al Master in Sviluppo e Gestione etica
    delle risorse umane c/o l’istituto IFOA di Reggio Emilia.
    Grazie a quest’esperienza ho avuto la fortuna di incontrare l’Ing. Robiati e di avvicinarmi ai temi della gestione etica. Ogni sua lezione è qualcosa di unico e di straordinario, riesce con temi semplici a tirar fuori da ognuno di noi emozioni che a volte pensavamo di aver perso.
    Abbiamo visto come la terra è una casa comune a noi tutti..e anche se c’è molto scetticismo in giro, mi auguro che un domani tutti ne prendano effettivamente coscienza: sia in relazione all’abbattimento di barriere razziali sia per quanto riguarda l’ambiente, soprattutto in relazione a questo tema vorrei ricordare che bisogna imparare a guardare a 360 gradi, cercando di informarci anche su fatti che pur a km di distanza…ci toccano da vicino!!!(la foresta amazzonica anche se lontana è pur sempre il nostro polmone!!!!)Chiaramente, serve l’impegno di tutti…partendo dal nostro quotidiano, rispolverando quei piccoli gesti che, uniti a quelli degli altri, faranno la differenza, ne sono certa!!
    Vorrei ricordare a tutti la prossima uscita del film di Al Gore sull’inquinamento mondiale…la traduzione italiana del titolo originale dovrebbe essere “una verità scomoda”
    baci a tutti
    anto

  3. Claudio

    Ciao Antonella,
    mi permetto di risponderti perchè “il mondo” è sempre anche a casa nostra. Per alcuni scienziati, le foreste amazzoniche, sono “un sistema chiuso”: producono esattamente ciò che consumano. Se anche fosse vero, la loro importanza ecologica resta assolutamente intatta: vale per chi ci vive e per la flora e la fauna che rappresentano, oltre al nostro piacere di sapere che esistono.
    Resta un fatto indiscutibile: il 70% dell’ossigeno che respiriamo, proviene dalle diatomee (alghe unicellulari) presenti in tutti i mari del mondo. Il mondo, è sempre anche a casa nostra, come ben puoi vedere.
    Ti ringrazio dell’attenzione.
    Ciao Claudio

  4. antonio Pittelli

    Ciao a tutti,anch’io come gli altri amici, partecipo al Master IFOA in Gestione delle Risorse Umane e sono rimasto particolarmente colpito da quanto è stato detto dall’Ing. Robiati e dal Dott. Truran durante la lezione del 10 Maggio sulla Finanza Etica. Mi riferisco alla tematica della spiritualità e all’ inevitabile utilizzo di essa come parte fondamentale e centrale dell’essere umano, nell’ambiente lavorativo e relazionale.
    Questa è, a mio parere la strada principale da seguire affinchè nei luoghi di lavoro e non solo, si possano raggiungere risultati ottimali che valorizzino l’etica come valore assoluto nei rapporti interpersonali.
    Detto questo, resto molto perplesso sulla concreta realizzabilità di tutto ciò da parte di un solo individuo, visto che al giorno d’oggi la maggior parte delle aziende non investono sull’ utilizzo dei valori etici nel lavoro.
    Pertanto il mio auspicio è che ci sia una forte opera di sensibilizzazione verso questa tematica, che porti i livelli dirigenziali a preoccuparsi maggiormente di questo aspetto.
    Cordiali saluti a tutti e all’Ing. Robiati.A
    Antonio.

  5. antonella

    ciao Claudio, hai fatto bene a rispondermi.
    Da vera spezzina mi sento molto legata al mare e tengo molto che i nostri mari rimangano puliti, sia per semplice bellezza estetica sia per l’ingente risorsa che rappresentano.grazie per le ulteriori informazioni che mi hai dato e concordo con te che il mondo è casa nostra, e quindi una casa sola.Ciao Antonella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *